Feste religiose

Serrata, come tanti altri comuni della Calabria, Ŕ caratterizzato da molte tradizioni, tra le quali rivestono una particolare importanza quelle a carattere religioso. Infatti, ancora oggi, alcuni riti riescono a coinvolgere ed a suscitare delle particolari emozioni a tutti i fedeli. Particolari sono i festeggiamenti riservati al Patrono San Pantaleone Martire, altrettanto importanti sono i giorni della "settimana santa" con il culmine nell'Affruntata. Vengono celebrate cerimonie in onore a San Giuseppe e San Rocco ma tra le pi¨ partecipate c'Ŕ la processione del "Corpus Domini".

Dal 1993, dopo Padre Luigi, il Parroco Ŕ Don Michelangelo Borgese. In esclusiva "serrata.info", pubblica le foto pi¨ significative della cerimonia.

Chiesa San Pantaleone Martire

 

 

San Pantaleone Martire (patrono) 27 luglio.

Il giorno del Santo viene celebrata solo una messa in devozione. Mentre, la festa Ŕ il primo fine settimana del mese di agosto; il sabato pomeriggio (ore 19) la statua del Santo viene portata al "Catafalco", dove si celebra la messa. Al rientro, prima  che si varchi la soglia della  Chiesa si assiste alla "svelazione"  del quadro di San Pantaleone accompagnata da uno spettacolo pirotecnico. Nella piazza centrale, dopo cena, sono previsti intrattenimenti con spettacoli musicali. Il giorno dopo inizia con alcuni fuochi la mattina alle 7 e successivamente con una messa. Pomeriggio, verso le 17, dopo un'altra messa, parte la processione del patrono il quale viene portato a spalla per le vie di tutto il paese. Dopo la processione, i festeggiamenti continuano con lo spettacolo in piazza e si concludono con i classici fuochi d'artificio (ore 00:30). La chiusura vera e propria della festa avviene il lunedý sera, sempre in piazza, in cui si vendono all'asta le offerte dei fedeli (n'canti) tra cui olio, pane, biscotti, piante, vino, quadri etc. dopo tutto avviene l'estrazione della riffa.

vedi foto processione

 
 

San Giuseppe - 19 marzo

Generalmente, in onore al Santo, si celebrano due messe quella del mattino (ore 7:30) e il pomeriggio seguita dalla processione.

bullet

Tradizionali sono la distribuzione del pane di mais cotto nel forno a legna e la preparazione del convito ( broccoli, fagioli e ...) a cui generalmente si invitano amici e parenti.

 

Settimana Santa

Domenica delle Palme: (0re 7:30) Santa Messa - ore 10:30 al Calvario benedizione delle palme dei rami d'ulivo, Processione, Santa Messa, Esposizione del Santissimo Sacramento - ore 17:30 Adorazione comunitaria e Benedizione.

Lunedý: ore 7:30 Santa Messa, Esposizione del Santissimo Sacramento. ore 17:30 Adorazione comunitaria e Benedizione.

Martedý: ore 10:00 Santa Messa (Precetto Pasquale delle scuole) - ore 17:30 Celebrazione comunitaria del Sacramento della Penitenza.

Mercoledý: ore 7:30 Santa Messa - ore 9:30 Confessione e Comunione agli ammalati.

Giovedý: ore 19:00 Santa Messa in "Coena Domini" - ore 23:00 Veglia Eucaristica comunitaria.

Venerdý: ore 8:30 Ufficio Letture e liturgia delle lodi - ore 16:30 Azione liturgica della Passione del Signore - ore 21:00 Via Crucis per le vie del paese partendo dalla Chiesa; Al rientro in Chiesa "Chiamata della Madonna" e conclusione della Via Crucis.

Sabato: ore 8:00 Liturgia delle Lodi; Chiesa aperta tutto il giorno - ore 22:30 Prova dei canti - ore 23:00 Veglia Pasquale.

Domenica di Pasqua: ore 8:00 Santa Messa - ore 10:30 Santa Messa solenne; Subito dopo l'Affruntata e Processione per le vie del paese - ore 18:30 Celebrazione Solenne dei II Vespri di Pasqua.

vedi foto Venerdý Santo

vedi foto Affruntata e Processione

 

Corpus Domini - domenica di giugno

Fino a qualche anno addietro, per le vie del paese venivano allestiti degli "altarini" dove il Sacerdote in processione si fermava per la benedizione. Le strade venivano coperte da petali di fiori, in particolare ginestre e papaveri, e nei balconi si appendevano le coperte pi¨ belle lavorate a mano dalle nostre mamme.

 

 
 

San Rocco - 16 agosto

 Sono previste la messa pomeridiana seguita dalla processione e spesso da uno spettacolo musicale. 

CuriositÓ

Si tramanda che per festeggiare il Santo, si costituiva un comitato, composto da altre persone rispetto a quello di San Pantaleone,  che coordinava i due giorni di festa  (anche per San Rocco si organizzavano gli incanti). La festa veniva considerata dei poveri, in quanto era pi¨ partecipata dalle persone che lavoravano e/o abitavano nelle campagne.

 

vedi foto processione